numero Speciale di “Reazione di Cicloaddizione nella Sintesi Organica”

Titolo: Reazioni di Cicloaddizione di Azoturi e Alchini Catalizzata da Rame(I) Immobilizzato su supporto Magnetico Attivato Biomassic di Carbonio

Autori: Noura Aflak 1; Hicham Ben El Ayouchia 1,*; El Mountassir El Mouchtari 1; Hafid Anane 1; Salah Rafqah 1; Miguel Julve 2 e Salah-Eddine Stiriba 1,2,*
Affiliazione: 1 Laboratoire de Chimie Analytique et Moléculaire, LCAM, Faculté Polydisciplinaire de Safi, Université Cadi Ayyad, Safi 46030, Marocco. 2 Istituto di Scienze Molecolari / ICMol, Università di Valencia, C / Catedrático José Beltrán 2, 46980 Valencia, Spagna.
Riassunto: reazioni di cicloaddizione di alchini terminali e azoturi leader a 1,4-disubstituted 1,2,3-triazoli in modo efficiente e regioselective modo sono stati eseguiti in chimica click regime utilizzando rame(I) catalizzatore immobilizzato su supporto magnetico carboni prodotta da Persea Americana Noci, vale a dire Il clic di 1,4-disubstituted 1,2,3-triazoli è stata effettuata in acqua a temperatura ambiente e il nuovo eterogenei immobilizzato catalizzatore di rame è stato completamente caratterizzato da un insieme di tecniche come XRD, FT-IR, SEM, EDX e spettroscopia Raman. Il catalizzatore di rame è stato riciclato con successo fino a cinque cicli senza alcuna perdita significativa della sua efficienza catalitica e selettività. Il risultato della reazione di cicloaddizione catalizzata da rame(I) qui descritta di azide e alchino nelle condizioni catalitiche eterogenee è stato eseguito utilizzando un’analisi dell’elettrofilia/nucleofilia locale sull’intermedio complesso rame-acetiluro dinucleare. L’analisi concettuale di DFT (CDFT) ha permesso anche la spiegazione della formazione di 1,2,3-triazolo in modo regioselettivo. Il lavoro economico e semplice e il recupero / riusabilità di questo nuovo catalizzatore di rame eterogeneo sono le caratteristiche significative di questo protocollo di cicloaddizione verde ecologico per la sintesi di 1,2,3-triazoli.

Titolo: Visione teorica dell’inversione della chemoselettività nelle reazioni di Diels-Ontano di α, β-aldeidi e chetoni insaturi catalizzati dagli acidi di Brønsted e Lewis
Autori: Lakhdar Benhamed; Sidi Mohamed Mekelleche*; Wafaa Benchouk
Affiliazione: Laboratorio di Termodinamica applicata e Modellazione Molecolare, Dipartimento di Chimica, Facoltà di Scienze, Università di Tlemcen, PB 119, Tlemcen, 13000, Algeria
Abstract: Sperimentalmente, è stata osservata un’elevata chemioselettività nelle reazioni di Diels-Ontano catalizzate di α, β-aldeidi insature e chetoni con ciclopentadiene (Schema 1). Infatti, utilizzando l’acido triflimidico Bronsted, Tf2NH, come catalizzatore, la reazione ha dato addotto Di Diels-Alder derivato da α, β-chetone insaturo come prodotto principale. D’altra parte, l’acido di Lewis ingombrante, B(C6F5)3,ha dato principalmente il cicloaddotto di α, β-aldeide insatura e ciclopentadiene. Il nostro obiettivo nel presente lavoro è quello di razionalizzare questi risultati sperimentali utilizzando approcci teorici adeguati.

Schema 1

Titolo: Determinazione del Meccanismo di Reazione per l’Ottenimento di Metil-1,3,4-Trimetilcicloes-3-Encarboxylate Utilizzando l’Equazione di Michaelis-Menten
Autori: Kostiv I. S.*; Havryliv R. I.
Affiliazione: Dipartimento di Ingegneria chimicaistituto di Chimica e Tecnologia chimica, Lviv Polytechnic National University, st. Bandery 12, Lviv, 79013 Ucraina
Abstract: La reazione investigata procede secondo la cinetica del secondo ordine. I risultati dello studio cinetico regolarità nel processo di sintesi di metile 1,3,4-trimetilcicloes-3-encarboxylate e lo studio del meccanismo di reazione, dimostrando che la variazione del tasso effettivo costanti è descritto dall’equazione di Michaelis–Menten che indica che la reazione procede attraverso l’equilibrio iniziale fase di formazione di un complesso molecolare stabilizzato dall’interazione di van der Waals, che poi si trasforma in prodotto. Lo studio dei parametri termodinamici formazione il complesso molecolare suggerisce che lo stadio limitante è la lenta formazione di un complesso molecolare, i parametri di attivazione della trasformazione il complesso molecolare nel prodotto indica che la conversione del complesso molecolare nel prodotto avviene rapidamente e spontaneamente.

Titolo: Il ruolo del catalizzatore sulla reattività e sul meccanismo nella fase di cicloaddizione di Diels-Alder della reazione di Povarov per la sintesi di un derivato biologico attivo della chinolina. Un’indagine sperimentale e teorica
Autori: Soumia Lamri; Affaf Heddam; Meriem Kara; Abdelmalek Khorief Nacereddine
Affiliazione: Dipartimento di Chimica e Fisica, Scuola Normale Superiore di Educazione Tecnologica-Skikda, Algeria
Abstract: Uno studio sperimentale e teorico di studio della reattività e il meccanismo di non catalizzata e catalizzata Povarov di reazione per la preparazione di un 4-ethoxy-2,3,4,4 a-tetraidro-2-phenylquinoline come un attivo biologico chinolina derivati è stato eseguito. L’ottimizzazione delle condizioni sperimentali indica che l’uso di un catalizzatore, in particolare l’acido di Lewis e gli alcheni con un gruppo che dona elettroni sono le migliori condizioni sperimentali di questo tipo di reazioni. La struttura chimica era caratterizzata dai soliti metodi spettroscopici. Il derivato preparato della chinolina inoltre è stato provato in vitro per attività antibatterica che visualizza la buona attività inibitoria sia contro Escherichia coli che lo Staphylococcus aureus. Lo studio computazionale è stato eseguito sul passo Di Diels-Alder della reazione di Povarov utilizzando il livello di teoria B3LYP/6-31G(d,p) all’interno del metodo MEDT. Entrambi i catalizzatori aumentano la reattività dell’immina e favoriscono la formazione dei meta regioisomeri, in particolare l’acido di Lewis, con una bassa energia di attivazione e modificano il meccanismo da un passo all’altro. La reazione di immina con alcool allilico richiede alta energia di attivazione anche l’uso di qualsiasi tipo di catalizzatore. Gli indici concettuali di reattività DFT spiegano bene la reattività e la regioselettività osservate sperimentalmente.

Titolo: Applicazione di β-fosforilata nitroethenes in reazioni di cicloaddizione che coinvolgono benzonitrile N-ossido, alla luce della DFT studio computazionale
Autori: Karolina Zawadzińska; Karolina Kula *
Affiliation: Istituto di Chimica Organica e della Tecnologia, Università di Cracovia Tecnologia, Warszawska 24, 31-155 Cracovia, in Polonia;
Abstract: Isoxazolines sono eterociclici cinque-membered composti organici con insolita attività biologica e possono essere utilizzati con successo in medicina, come la droga e anche nell’industria, ad esempio, come agrochimico sostanze. Inoltre, la presenza nella struttura isoxazolina nitro e gruppo fosfonato aumentare significativamente lo spettro di applicazioni di questi composti e anche la loro ulteriore modifica. La possibilità di introdurre entrambi questi gruppi in un unico passaggio dà le reazioni di cicloaddizione (32CA) tra analoghi fosfonati di nitroeteni e nitrili N-ossidi. Nella nostra ricerca, abbiamo condotto studi teorici sulla possibilità della sintesi di sistemi eterociclici sopra menzionati tramite reazione di cicloaddizione. In un ruolo di addenti modello abbiamo scelto N-ossido di benzonitrile e diversi nitroeteni coniugati funzionalizzati dalla frazione di dimetilfosfonato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.