Il dottor Sammy Lerma III, MDP.

Ma cosa succede se questi test sono inconcludenti? Cercherai un cardiologo diverso che ripeterà gli stessi test, sperando in una risposta questa volta? Cosa succede se il tuo dolore al petto non è causato da un problema cardiaco? Cosa succede se proviene dal tuo sistema gastrointestinale o dai tuoi polmoni? Ti porterai da un gastroenterologo o da un pneumologo e passerai anche a tutti i test specializzati che raccomandano?

Tutte quelle visite richiedono tempo, ritardando la diagnosi. E tutti quei test possono essere pericolosi. “Ci può essere del male nel superare”, dice Madden. “Ci possono essere complicazioni o dolore, e un sacco di costi che avrebbero potuto essere evitati.”Diamond concorda”, Molti test coinvolgono radiazioni, tossine o procedure invasive che comportano rischi significativi. I test possono dare risultati “falsi positivi”, spingendo il trattamento per una malattia che non hai. E i test possono rilevare irregolarità varie non correlate al tuo reclamo-lasciandoti bloccato con ancora più test per dimostrare che quelli sono benigni.”

Al contrario, quando vai da un medico di base il cui obiettivo è considerare l’intera persona, dice Madden, ” Eviti un approccio ristretto al tuo problema e i test non necessari che ne derivano.”

Il quadro generale

Il punto Madden fa è fondamentale: tutti dovrebbero avere un fornitore che può fare un passo indietro e guardare il” quadro generale ” della loro salute–soprattutto nei momenti in cui è necessaria una diagnosi. Questo è ciò che i medici di base sono addestrati a fare. In termini medici questo approccio è chiamato ” una diagnosi differenziale ampia.”Come spiega Diamond,” Qualsiasi insieme di sintomi può avere molte possibili spiegazioni. Un medico di base deve avere una mente aperta, ascoltare attentamente e considerare tutte le possibilità.”

Cosa cercare

Cosa dovresti cercare in un fornitore di cure primarie? Oltre a provare un senso di sicurezza, rapporto e fiducia, Madden consiglia di trovare un professionista che trasmetta un senso di completezza e una profondità di conoscenza. Egli raccomanda inoltre di trovare un fornitore che valorizza il vostro input e opinione. “Vuoi sentirti coinvolto nel processo decisionale.”Ad esempio, se il medico le consiglia dei test, potrebbe chiedere: ‘Come ti senti al riguardo? E ‘ questo che stai cercando? Ti sembra ragionevole? È conveniente? Meg Scott e ‘ d’accordo. “Non è una relazione unidirezionale, è bidirezionale”, dice. “L’obiettivo di ogni visita dovrebbe essere quello di avere condizioni di parità, in cui puoi esprimere apertamente le tue preoccupazioni e uscire dalla porta sentendoti davvero ascoltato e hai un piano che funzionerà per te.””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.