Docking Dog Tail

Docking Tail
 Docked Tail Il divieto di attracco delle code del cane è entrato in vigore venerdì 6 aprile 2007 in Inghilterra e il 28 marzo 2007 in Galles. Questa nuova legislazione è arrivata dopo diversi anni di lungo dibattito sul disegno di legge sul benessere degli animali. Molti altri paesi in tutta Europa hanno già firmato il disegno di legge in tutta la sua interezza, ma il governo britannico ha impiegato diversi anni per prendere finalmente la nuova legislazione a bordo. La legge sul benessere degli animali chiede il divieto di attracco della coda di un cane. Il Parlamento britannico ha approvato il disegno di legge con l’esenzione al divieto per i cani da lavoro. La Scozia ha accettato la legge senza esenzioni.
Questa notizia ha sconvolto il Council of Docked Breeds, (CDB) che ha lavorato in collaborazione con il Kennel Club del Regno Unito dal 2004 per opporsi alla legge e mantenere il diritto alla tradizione di attraccare le code di alcune razze. Il CDB stava cercando di vincere la battaglia quando il 14 ottobre 2005, la valutazione di impatto normativo che accompagna il disegno di legge ha dichiarato:

“Opinioni sincere sono state tenute da coloro che sostengono e si oppongono a un divieto di attracco cosmetico e la nostra preferenza è che ci dovrebbe continuare ad essere la libertà di scelta.”

La lobbying machine in opposizione al divieto, la Countryside Alliance (CA) e la British Association for Shooting and Conservation (BASC) uscirono tuttavia vittoriose con la notizia che i cani da lavoro potevano ancora essere ancorati. Un scontento Peter Squires del CDB ha detto:

“All’inizio del 2006 siamo rimasti sorpresi nel ricevere molte lettere da precedenti parlamentari conservatori sostenitori che ora suggeriscono che supporteranno solo l’attracco per cani da lavoro, classificando l’attracco dei cani non da lavoro come” l’atto terribile dell’attracco per ragioni estetiche.”Non abbiamo dubbi che siano stati fortemente influenzati dalla Campagna Alliance e dalla BASC, che in precedenza avevano sostenuto la campagna CDB all breeds.”

Il CDB ha poi perso un prezioso alleato mentre il Kennel Club ha spostato la sua posizione dal mantenimento dell’attracco della coda al divieto di collari per scosse elettriche nel 2006. La perdita del supporto KC ha lasciato il CDB in una posizione debole.

La questione emotiva è stata discussa nella seconda lettura del dibattito di martedì 10 gennaio e attraverso questo dibattito diversi deputati hanno affermato che la legislazione sull’attracco della coda dovrebbe rimanere intatta.

“Ci sono persone su entrambi i lati del recinto che esaminano questioni di benessere degli animali, e non tutte le obiezioni fatte sulla base del benessere degli animali sono giuste.”

James Duddridge (discussione in seconda lettura, 10.01.06)

“Sono stato riferito ad almeno tre fonti veterinarie senior che sono giunte alla conclusione che l’attracco della coda non è crudele perché i giovani cuccioli non hanno gli stessi sistemi nervosi dei cani adulti.”

Ed Vaizey MP (Discussione in seconda lettura 10.01.06 Colonna 232-5)

Attracco di coda…Dolore o piacere?
L’aggancio della coda comporta l’amputazione della maggior parte o di parte della coda di un cane. Questo viene spesso effettuato illegalmente dagli allevatori usando forbici, tagliaunghie, un coltello Stanley o elastici, (tagliando l’afflusso di sangue alla coda). Anche se effettuato da un veterinario, non viene generalmente utilizzato né anestetico né analgesia. Il Kennel Club del Regno Unito registra circa 200 razze canine e di queste, fino a 60 razze sono tradizionalmente ancorate.
La coda è composta da 6-23 vertebre racchiuse in muscoli, 4-7 paia di nervi e tendini di supporto e cartilagine. Alcune razze hanno una piccola porzione della coda rimosso, mentre altri come il Rottweiler, Boxer o Doberman può essere lasciato con 1-2 vertebre. Questa procedura prevede il taglio di pelle, muscoli, ossa e cartilagine e tutto senza alcuna forma di sollievo dal dolore.
Il Dipartimento di Animali da compagnia, Queensland , ha effettuato uno studio dettagliato su 50 cuccioli di età compresa tra 3-5 giorni sottoposti a docking. I cuccioli erano Doberman, Rottweiler e Bouviers che tradizionalmente hanno la coda ancorata molto corta e quindi richiede una sutura per aiutare la guarigione. Il risultato della relazione è stato il seguente:

“Tutti i cuccioli apparivano afflitti dall’amputazione della coda. Le vocalizzazioni lievi relativamente continue durante la preparazione della coda si sono trasformate drammaticamente in ripetute e intense vocalizzazioni urlanti nel momento in cui la coda è stata attraccata. L’intensità delle vocalizzazioni è leggermente diminuita (ma era ancora superiore all’intensità fatta durante la preparazione della coda) nel periodo tra l’amputazione e il posizionamento della sutura (se appropriato). Al momento di perforare la pelle per un posizionamento della sutura, le vocalizzazioni sono tornate a livelli paragonabili all’amputazione. Vocalizzazioni intense simili sono state notate quando la pressione è stata posta sul materiale di sutura mentre il nodo era legato. Il numero medio di urla fatte durante l’amputazione della coda era 24, (intervallo di 5-23.) Il numero medio di piagnistei fatti durante l’amputazione della coda era 18, (intervallo di 2 -46.) Tutti i cuccioli hanno mostrato un certo grado di sanguinamento dal moncone dopo l’attracco.”

Quando i cuccioli furono rimessi nella loro scatola, inciamparono e fecero movimenti degli arti non coordinati e piagnucolarono per qualche tempo. Dovevano rimanere separati dalla madre per qualche tempo per evitare che la madre leccasse il cucciolo mutilato. Le organizzazioni pro-docking sostengono che il cucciolo non recuperare dalla procedura in modo che nessun danno è fatto. Alcuni cuccioli tuttavia non si riprendono quando l’amputazione viene effettuata illegalmente come la RSPCA ha scoperto quando undici cuccioli sono morti per shock e perdita di sangue, dopo aver tagliato la coda con un coltello Stanley.

 Ultimate HouseTraining Guide

La lobby pro-docking afferma che i cuccioli di età compresa tra 3-5 giorni non sentono dolore perché i loro sistemi nervosi e organi sensoriali sono immaturi. Questo punto di vista manca di credibilità, soprattutto perché le prove fornite alla Commissione per l’ambiente, l’alimentazione e gli affari rurali della Camera dei Comuni nel 2004 da un esperto dell’Università di Birmingham Centre for Biomedical Ethics hanno dichiarato:

“Gli animali molto giovani sono suscettibili di provare più dolore degli animali più anziani.”

Gli studi hanno dimostrato che tagliare la punta della coda dei topi aumenta la sensibilità al dolore in età avanzata, un effetto noto come iperalgesia. Infatti i cuccioli sentono dolore e sensibilità al dolore per molti mesi dopo l’attracco. Raramente menzionato è il fatto che l’attracco della coda può avere problemi di salute di vasta portata. A causa della relazione tra i muscoli della coda del cane e la zona pelvica, docking può influenzare la funzione muscolare intorno al retto e del bacino portando così un rischio di incontinenza fecale, incontinenza urinaria acquisita ed ernie. La coda è un’estensione della colonna vertebrale del cane tra cui vari muscoli e tendini. Un esempio di questo è il muscolo rettococcigeo sulla parete posteriore della parte posteriore del cane, vicino all’ano. Questo muscolo è attaccato anche alla base della coda e supporta il canale anale e il retto insieme al muscolo ani Levatore. Questi due muscoli aiutano anche nel movimento della coda e quando il cane ha un movimento intestinale. Docking la coda deve ovviamente influenzare questi muscoli, un fatto che è sostenuta da studi che dimostrano che razze come il Pugile hanno una predisposizione a ernia perineale. Le femmine nelle razze ancorate come Rottweiler, Doberman e vecchi cani da pastore inglesi soffrono più di incontinenza urinaria dopo l’attracco rispetto ai cani sganciati.

C’è la questione del movimento, della comunicazione e dell’equilibrio. La coda sostiene la schiena e aiuta l’equilibrio. La coda viene utilizzata quando i cani comunicano tra loro. La coda esprime lo stato mentale dei cani ad un altro cane, mostrando se è amichevole, dominante o sottomesso. La British Veterinary Association si riferisce alla coda come:

“una forma vitale di espressione canina”

C’è da meravigliarsi che l’aggressione cane a cane tra cani ancorati e sganciati sia in aumento?
I gruppi pro-docking sostengono che i cani da lavoro devono essere ancorati per prevenire lesioni alla coda, ma gli studi hanno dimostrato che questo non è il caso.
Nella Royal School of Edinburgh small animal practise, su 12.000 cani registrati, solo 47 casi erano presenti a causa di lesioni alla coda. In Australia su 2000 cani che frequentano una clinica di emergenza animale solo 3 erano lì a causa di danni alla coda. Il team veterinario per il benessere degli animali di Defra ha esaminato l’attracco della coda per prevenire lesioni nel 2002. Hanno sottolineato che il primo soccorso di base avrebbe trattato la maggior parte dei casi di lesioni alla coda. Questo difficilmente equivale ad essere un motivo adeguato per attraccare la coda di un cane da lavoro, soprattutto perché Defra ha anche riferito che:

“I veri animali da lavoro costituiscono solo una piccola porzione di cani nel Regno Unito.”

Il team veterinario di Defra Animal Welfare ha anche mostrato più incongruenze che dimostrano l’attracco; “cani da lavoro” viene effettuato per ragioni estetiche e tradizione piuttosto che per prevenire lesioni. L’incoerenza più evidente per l’argomento pro-docking è che Foxhounds e cani da pastore (Border Collie) sono in realtà i cani da lavoro più comuni e questi cani trascorrono la loro vita lavorando in macchia e vegetazione ruvida e attraverso boschi ancora non sono ancorati. Non vi è inoltre alcuna prova per dimostrare che questi cani soffrono di lesioni alla coda eccessive. Bisogna poi considerare la situazione della volpe che sembra riuscire a muoversi nel fitto sottobosco a velocità e con disinvoltura eppure sfoggia una coda deliziosamente folta!

 Pericoli alimentari per cani

Cosa dicono le associazioni veterinarie:
Il Royal College of Veterinary Surgeons, (RCVS) ha dichiarato nel 2005:

“Il RC è stato per molti anni fermamente contrario all’attracco delle code del cane, qualunque sia l’età del cane, da chiunque, a meno che non possa essere dimostrato veramente necessario per le ragioni terapeutiche o profilattiche. Docking coda di un cane per motivi che sono diversi da quanto sopra è in grado di pari a condurre vergognoso in un rispetto professionale.”

La British Veterinary Association, (BVA) afferma:

“La BVA si oppone all’attracco delle code dei cuccioli. BVA ritiene che i cuccioli soffrano di dolore inutile a causa dell’attracco e siano privati di una forma vitale di espressione canina. Il dolore cronico può derivare da un attracco mal eseguito. BVA ribadisce che le operazioni chirurgiche non dovrebbero essere intraprese a meno che non sia necessario per scopi terapeutici e l’attracco dovrebbe essere vietato come procedura diversa da quella per motivi medici.”

La British Small Animal Veterinary Association (BSAVA) ha rilasciato una dichiarazione sul progetto di proposta di legge sul benessere degli animali nel 2004:

” Il BSAVA è molto preoccupato che ci possano essere alcune esenzioni al divieto di attracco delle code del cane. BSAVA ritiene che le prove scientifiche dimostrano chiaramente che l’attracco è una procedura dolorosa e che non vi è alcuna prova credibile della sua necessità in qualsiasi cane.”

Il benessere degli animali Squadra veterinaria del Dipartimento per l’ambiente Cibo e affari rurali, (DEFRA) revisione della coda docking 2002:

“Le argomentazioni avanzate da coloro che desiderano continuare l’attracco sono infondate da un punto di vista scientifico, sono contrarie agli standard accettati per il benessere dei cani e servono solo a contribuire agli standard di razza fisica artificiale.”

I cani da lavoro sono esenti
Che i cani da lavoro sono esenti dal divieto è stato criticato come inutile e inapplicabile dalla RSPCA. David McDowell, RSPCA recitazione capo consulente veterinario dice:

“Tuttavia l’attracco è vestito, rimane un’amputazione dolorosa e cosmetica, che riguarda la tradizione piuttosto che il benessere del cane. Questi regolamenti risibili saranno difficili da far rispettare e sono disseminati di opportunità di abuso. Il governo sembra credere Cavalier King Charles Spaniel e Yorkshire Terrier, per esempio, sono cani da lavoro e quindi sono in grado di essere ancorati a tale scopo.”

Mr. McDowell ha continuato a dire:

” Sembra che il signor McDowell e la RSPCA non piace quando le cose non vanno esattamente la loro strada. Non siamo soddisfatti di un divieto di attracco della coda in qualsiasi forma, ma abbiamo dovuto accettare l’esenzione per i cani da lavoro come parte della nuova legge, determinata dal processo democratico a cui siamo tutti soggetti.”

Anche classificato come esenti dal divieto è un incrocio, che ha fatto arrabbiare Paolino Baines, Fondatore dell’Anti Docking Alleanza (A. D. A.), che ebbe a dire:

“Incroci non sono stati esentati, come la maggior parte delle razze di origine da incroci e questi regolamenti indicano razze come Spaniel incrociato con un Setter può finire con coda tagliata. Allo stesso modo un Bedlington Terrier incrociato con un cane d’acqua spagnolo potrebbe essere privato di una coda per nessun motivo logico diverso da quello che potrebbe ottenere un infortunio alla coda mentre al lavoro. Lesioni ad altre parti del corpo durante il lavoro sembrano non avere alcuna considerazione in queste esenzioni e il fatto che la rimozione di parte/tutta la coda di un cane, in primo luogo è 100% lesioni.”

Questo commento fatto da Pauline Baines solleva la domanda: ora vedremo una razza incrociata deliberatamente con un’altra razza in modo che le cucciolate risultanti possano essere attraccate?
Questi cani incrociati sono già stati riconosciuti dal neonato American Canine Hybrid Club che registra circa 200 cucciolate al mese. Questa ultima mania finirà per colpire il Regno Unito come sempre più persone possono rivolgersi a incroci solo per avere un cane con una coda ancorata!

Corso di addestramento per cani altamente raccomandato

Le organizzazioni pro-docking affermano che vietando l’attracco, i cani subiranno più lesioni alla coda e che gli allevatori vedranno un enorme calo della domanda di cuccioli di razze tradizionalmente ancorate. Dove l’attracco è stato vietato senza esenzioni in paesi come la Svezia , le lesioni alla coda ai cani da lavoro sono aumentate. In una razza, il tedesco Shorthaired Pointer, il 35% dei cani aveva ferite alla coda quando avevano 3 anni. Tuttavia non ci sono statistiche per dire se le lesioni erano gravi o lievi. La maggior parte delle lesioni alla coda può essere trattata con il primo soccorso di base. Non ci sono anche statistiche per dire se i cani hanno subito lesioni al resto del corpo come lesioni alle orecchie o ai piedi che sono abbastanza comunemente visti nei cani da lavoro.
The Dog’s Trust Veterinary Director, ha dichiarato:

“Mentre l’Animal Welfare Act porta molte buone notizie, sfortunatamente in Inghilterra e Galles, non c’è stato un divieto totale sulla crudele pratica dell’attracco della coda. Vi sono prove schiaccianti che l’attracco delle code dei cani non è necessario, causa dolore e sofferenza e li priva di una forma naturale di espressione canina e speriamo che questo sia qualcosa che possa essere esaminato più dettagliatamente durante la seconda attuazione della legislazione.”

L’esenzione per i cani da lavoro consente a un cane che può eseguire determinati tipi di lavoro specifici di avere la coda ancorata da un veterinario. Il veterinario sarà sotto severe linee guida e deve aver visto la prova specificata che il cane è probabile che a lavorare in aree specificate. Il cane deve anche essere micro-scheggiato prima che il veterinario possa rilasciare un certificato.
The Animal Welfare Act
Il Regno Unito è stato il primo paese al mondo ad avere una legislazione parlamentare per il benessere degli animali nel mondo. Nel 1822 il Parlamento approvò la “Legge per prevenire il trattamento crudele e improprio del bestiame” di Richard Martin.
Sotto la legge sulla protezione degli animali del 1911 è stato illegale essere crudele con qualsiasi animale, ma questa legge era obsoleta e così si è evoluta la legge sul benessere degli animali che è già stata adottata da molti altri paesi in tutto il mondo. La legge è stata progettata per proteggere non solo gli animali da compagnia, ma tutti gli animali nel Regno Unito . I proprietari e i custodi degli animali sono ora legalmente obbligati a garantire che le esigenze di benessere dei loro animali siano soddisfatte.
I proprietari di cani hanno ora un “dovere di cura” per essere responsabili che i bisogni del loro cane siano soddisfatti. Se qualcuno infrange la legge, può essere emesso un avviso di miglioramento e / o il proprietario sarà perseguito penalmente.
La legge sul benessere degli animali è attualmente legislazione primaria. La legislazione secondaria illustrerà dettagliatamente le specifiche relative alla nuova legge e seguiranno i Codici di condotta. La legislazione secondaria esaminerà il problema dell’attracco e definirà le circostanze in cui è accettabile attraccare la coda di un cane.
La fiducia del cane Amministratore delegato, Clarissa Baldwin ha detto:

“Avevamo grandi speranze per questo atto tanto atteso, in particolare il dovere di cura che fornirà una protezione molto maggiore al benessere dei 6,5 milioni di cani nel Regno Unito.”

Doberman senza coda ancorata

Un Doberman molto felice, equilibrato, sicuro di sé e fisicamente superiore…
CON LA CODA INTATTA – come la natura voleva.

Video corso di addestramento del cane online-Altamente raccomandato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.