DePuy Deposita Hip Implant Suit per Million 120 milioni

DePuy Synthes ha accettato di pagare million 120 milioni per risolvere le cause multistate che sostengono che la società ha fatto affermazioni false e impegnati in marketing ingannevole per i suoi dispositivi di impianto dell’anca metallo-su-metallo.

I procuratori generali di 46 stati hanno citato in giudizio DePuy Synthes e la sua società madre, Johnson & Johnson, sostenendo che DePuy si è impegnata in pratiche sleali e ingannevoli nella commercializzazione dei suoi dispositivi per impianti dell’anca ASR XL e Pinnacle Ultamet. L’indagine è stata condotta da South Carolina e Texas. I 46 stati che hanno portato le cause condivideranno l’accordo.

Questo accordo si aggiunge ai billion 2.5 miliardi che Johnson & Johnson ha pagato nel 2014 per risolvere migliaia di cause intentate da pazienti sostitutivi dell’anca che hanno accusato l’azienda di vendere impianti difettosi che causano lesioni e la necessità di ulteriori interventi chirurgici. Azioni legali simili sono state intentate contro Johnson & Johnson e DePuy nel Regno Unito, Canada, Australia, Irlanda, Germania e Italia.

DePuy ha richiamato volontariamente 93.000 delle sue protesi d’anca ASR nel 2010, affermando che il 12% di esse non è riuscito entro cinque anni. DePuy ha tolto i suoi dispositivi Pinnacle dal mercato nel 2013, dopo che la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha rafforzato le sue normative sull’anca artificiale. Gli impianti dell’anca metallo su metallo sono stati collegati all’accumulo di ioni metallici nel sangue, dolore all’inguine, reazioni allergiche, erosione ossea e morte dei tessuti.

Secondo l’accordo transattivo, DePuy è tenuta a mantenere un programma di sorveglianza post-mercato e ad aggiornare le procedure per monitorare i reclami relativi alle protesi d’anca. L’azienda deve anche rivalutare e rivedere le strategie di marketing e promozione per gli impianti dell’anca. DePuy deve ora basare le sue affermazioni sulla longevità dei suoi impianti d’anca sugli ultimi dati disponibili.

DePuy e Johnson & Johnson hanno negato qualsiasi illecito o responsabilità. In una dichiarazione preparata, la società ha dichiarato: “DePuy Synthes rimane impegnata a soddisfare le esigenze attuali e future dei chirurghi ortopedici e dei pazienti.”

Tasca  Buffer Stampa  Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.