Colorado 14er in vendita: Acquista Culebra Peak nella gamma Sangre de Cristo per $105M

Culebra Peak, una delle cime dello stato di 14.000 piedi, si trova a destra della montagna rossa della contea di Costilla nella catena Sangre de Cristo. Le due montagne fanno parte di 19 cime sopra i piedi 13,000 attualmente in vendita all’interno del ranch Cielo Vista di 83,000 acri sul confine tra Colorado e New Mexico.
David Herrera / Wikimedia Creative Commons

14ERS PRIVATI DEL COLORADO:

Culebra Peak: Situato interamente all’interno di Cielo Vista Ranch*

Monti Democrat, Lincoln e Bross: la maggior parte delle montagne sono di proprietà di proprietari privati. L’accesso condizionato è stato concesso nel 2009, ma potrebbe essere revocato in qualsiasi momento.

Mount Lindsey: L’intera vetta e parte dell’approccio situato sul Blanca Ranch

Mount Shavano: La maggior parte della sella tra la vetta e il punto a 13.630 piedi sono di proprietà privata, anche se il Servizio forestale degli Stati Uniti sta cercando di acquistare molte di queste affermazioni. Colorado Fourteeners Initiative possiede il summit block a partire da novembre 2016.

Monte Sherman: Praticamente l’intera salita da est (Fourmile Creek) e ovest (Iowa Gulch) sono su terreni privati di proprietà della Leadville Corporation.

* Solo 14er che richiede una quota di iscrizione

Completando la tua lista di controllo di Colorado 14er hikes viene fornito con un pedaggio fisico esaustivo, ma non è niente in confronto a un cartellino del prezzo di svariati milioni di dollari.

Culebra Peak, uno dei 54 — o ben 60 dello stato, a seconda di chi sta facendo il conteggio — iconiche montagne di 14.000 piedi è sul mercato come parte di una massiccia tenuta selvaggia ai margini della valle di San Luis che confina con il New Mexico state line. Gli oltre 83.000 acri di Cielo Vista Ranch, che significa “Vista del cielo”, possono essere tutti tuoi per un bel million 105 milioni.

“Raramente vedi un tratto privato di terra che ha quel tipo di aree montuose”, ha detto Pat Lancaster, broker per il Mirr Ranch Group che vende la proprietà. “Solo il paese alpino, con tutti i picchi di 13.000 piedi, per non parlare di quello a 14.000 piedi, in realtà non accade nei 48 inferiori (stati), o ovunque io sappia.”

Spanning 23 miglia di ridgeline sul confine orientale della gamma Sangre de Cristo, Cielo Vista Ranch vanta 18 “13ers” oltre a Culebra ed è stato in vendita per circa un anno e mezzo. L’interesse per la proprietà è dilagato di recente, però, e Lancaster ha detto che anticipa un accordo potrebbe venire presto.

La terra ha una storia ufficiale che risale a prima che il Colorado acquisisse lo stato nel 1876, quando il Messico lo concesse a un trapper canadese francese. Sotto la sua vigilanza, parte di quello che è oggi Cielo Vista Ranch è stato deeded ai coloni messicani e spagnoli, che comprendeva i diritti per il disboscamento, la caccia e il pascolo.

Il primo governatore territoriale del Colorado alla fine lo acquistò dai discendenti del trapper prima di venderlo a un logger della Carolina del Nord nel 1960. Cambiò di nuovo le mani nel 1988 per $20 milioni e divenne la fonte di una battaglia legale decennale che quasi arrivò negli Stati Uniti. Corte Suprema dove gli eredi dei coloni messicani e spagnoli hanno cercato di recuperare il loro accesso precedentemente garantito al terreno pregiato.

L’alta corte del Colorado ha finalmente ripristinato alcune di queste autorizzazioni nel 2002, assegnando opportunità di disboscamento e pascolo, ma ponendo fine a quei diritti di pesca o caccia. Bobby Hill, un allevatore Texas-based e speculatore terreno, ultima acquistato la proprietà con partner commerciali nel 2004 per tra $40 e million 60 milioni.

MONTAGNE IN VENDITA O IN AFFITTO

Hill e la sua banda ora cercano di quasi raddoppiare i loro soldi per l’investimento a circa $1.260 un acro. Con la vicina Trinchera Ranch di 172.000 acri che vende al ricco gestore di hedge fund Louis Moore Bacon nel 2007 per million 175 milioni, o circa $1.000 per acro, il prezzo richiesto potrebbe non essere così stravagante in confronto.

Come parte del prezzo di acquisto, il prossimo proprietario avrà anche la possibilità di stabilire come le imprese commerciali del ranch continuano — se non del tutto. Potrebbe essere acquistato, ad esempio, e cancellato interamente dalle montagne di bucket-list del Colorado.

“Questo è il tutto, possono continuare o fare le proprie cose e mantenerlo un santuario privato per la famiglia, gli ospiti, i soci in affari — comunque ti piacerebbe farlo”, ha detto Lancaster. “Ma solo il fatto che ranch è quello che è e la fauna selvatica lì, che è più di un punto di vendita che l’operazione commerciale.”

Attualmente 14er peak-baggers deve pagare $150 per permesso per gruppi fino a 25 persone per fare escursioni a Culebra, e le prenotazioni sono aperte solo il venerdì e il sabato, da fine giugno a fine agosto, anche se non ci saranno salite quest’anno dopo luglio. La pesca commerciale e le battute di caccia, tra le sue 100 miglia più di ruscelli e il grande gioco a livello di trofeo, sono altre attività che possono essere prenotate attraverso il ranch.

L’iniziativa Colorado Fourteeners stima che meno di 1.000 persone tentino di scalare Culebra Peak-una classe 2 (di 5), un’escursione da 5 a 7 miglia con circa 3.000 piedi di dislivello, a seconda del punto di partenza-ogni anno, almeno in parte a causa della quota associata. Infatti, perché così pochi fanno il trekking al ranch, situato 45 minuti al di fuori di Alamosa nella contea di Costilla, percorso northwest ridge della montagna non ha percorso stabilito, rendendo per un’esperienza ancora più unica.

IL PERSEGUIMENTO DELLA PROPRIETÀ

Se qualcuno dovrebbe avere il diritto di possedere una delle principali destinazioni escursionistiche dello stato è un dibattito per i sostenitori della terra pubblica e privata. Non è un conflitto che il CFI – un’organizzazione no-profit con la missione definita di proteggere gli ecosistemi di queste meraviglie geografiche, costruire e mantenere i sentieri pubblici esistenti e insegnare agli escursionisti le pratiche senza lasciare traccia-prevede di guadare.

“Non siamo principalmente un gruppo di advocacy, ma piuttosto focalizzati sulla gestione dei sentieri, sul restauro della vegetazione della tundra alpina e sull’educazione degli escursionisti”, ha affermato Lloyd Athearn, direttore esecutivo di CFI. “Abbiamo ampliato un po’ il nostro interesse nel cercare di intervenire su alcuni di questi problemi relativi all’accesso, ma stiamo solo immergendo un dito del piede in questo e non è un obiettivo principale dell’organizzazione.”

Per risolvere una lite tra escursionisti e proprietari terrieri esistenti sul Monte Shavano di Sawatch Range, CFI ha raccolto circa $50,000 per acquistare tre diritti minerari al vertice del picco alla fine del 2016 in modo da poter iniziare a migliorare i sentieri e garantire la continua ammissione pubblica. Che ha seguito l’assistenza negoziando l’accesso condizionato nel 2009 sui Monti Democrat, Lincoln e Bross-il popolare Front Range DeCaLiBron Loop che comprende anche il Monte Cameron-e gli sforzi in corso per fare lo stesso per una sezione del Monte Lindsey nel Sangre de Cristos che attraversa terreni privati.

Un’altra disputa di un tempo comportava un proprietario terriero che faceva eccezione agli escursionisti che attraversavano una sezione della sua terra lungo l’approccio principale al Wilson Peak del San Juans, minacciando occasionalmente i passanti con un fucile da caccia. Ciò è stato infine risolto quando un trust di terra pubblica ha acquistato quella parte e l’ha trasmessa al Servizio forestale degli Stati Uniti per il diritto pubblico all’ingresso in perpetuo — ciò che il CFI prevede di fare con Shavano una volta costruito il percorso aggiornato.

Ciò non significa che l’argomento pubblico-privato sia morto, e Culebra Peak è quello che perpetua principalmente lo scontro.

“Quando si ricrea sui 14er, le persone devono capire che non tutti i 14er sono uguali e non tutti i 14er rientrano in terre pubbliche”, ha detto Athearn, un alpinista per tutta la vita. “Non ci sono poliziotti là fuori sulle montagne, quindi le persone devono essere informate su quale sia lo stato e disposte ad essere responsabili di seguire o non seguire i regolamenti.

” Questo potrebbe volare di fronte ad alcune persone che dicono: ‘È sulla lista, voglio scalarlo, lo scalerò’ e ‘Le montagne dovrebbero essere libere'”, ha aggiunto. “Ma questo non è lo status legale. Forse è un conflitto intrinseco in una società orientata alla lista, quando alcune montagne potrebbero non essere legalmente eleggibili per essere nella lista.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.