Centinaia di persone partecipano a marzo, protestano a Dallas per l’uguaglianza razziale

Caricamento video…

Questo browser non supporta l’elemento Video.

DALLAS – Le proteste per l’uguaglianza razziale continuano a scoppiare in tutto il paese un giorno dopo Juneteenth.

I leader della fede dicono che la città di Dallas deve farsi avanti e fare la sua parte per fare la differenza.

Centinaia di persone hanno preso posizione sabato per mettere sotto i riflettori il recente movimento Black Lives Matter.

Hanno detto che questa rivolta continuerà fino a quando tutti i neri potranno vivere in piena libertà con la dignità che meritano.

Un impegno per porre fine alla violenza razzista e onorare le vite perse a causa di esso.

“È una chiamata per abbattere il sistema della supremazia bianca e altre cose che sono radicate nel nostro paese per ricominciare. Non puo ‘essere andata cosi’. Dobbiamo riunirci, bianchi, neri, marroni, ebrei, cristiani, musulmani, per riunirci per creare qualcosa di nuovo”, ha detto il reverendo Stacey Brown, con fede in Texas.

Sabato centinaia di persone, di ogni provenienza, hanno marciato e protestato insieme in solidarietà.

Il Never Again Pilgrimage for Black Lives è stato ospitato da Faith in Texas, un movimento di base multirazziale e multirazziale.

La protesta iniziò al JFK Memorial Plaza e si concluse al Frank Crowley Courts Building.

“Per garantire che stiamo mantenendo la visibilità su questo, in questo modo, non è solo una dichiarazione, che possiamo ottenere cambiamenti politici effettivi da questo”, ha detto Brown.

La marcia fece tappa a Main e Ackard streets per riconoscere Allen Brooks, un afroamericano linciato da una folla inferocita nel 1910.

Hanno anche riconosciuto Diamond Brooks, una donna afroamericana morta in custodia della polizia di Dallas in 2018.

In risposta agli eventi passati e presenti, la folla gridò “mai più.”

“Mostra che più ci unisce di ciò che ci separa, e che possiamo mettere da parte le nostre differenze per riunirci per combattere per la giustizia e per la libertà e per l’uguaglianza e l’equità per tutti”, ha aggiunto Brown.

I leader di Faith in Texas hanno detto che insieme possiamo scatenare un nuovo sistema di giustizia che assicuri che gli affamati siano nutriti, che i vulnerabili siano curati e che i malati siano guariti.

Ci sono state anche proteste tenute a Fort Worth Sabato, tra cui la Marcia su Berry.

I manifestanti hanno chiesto la fine del razzismo, della brutalità della polizia e del razzismo sistemico.

Marciarono per un miglio e mezzo a partire dalle 11 del mattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.