ActCoastal

Articolo Th18. 1 e 18.2 Rapporto di applicazione – Cojo Jalama Ranch Consenso cessare e desistere Ordine no. CCC-17-CD-03 e Ordine di ripristino del consenso n. CCC-17-RO-01

Questa azione di applicazione affronta le attività di sviluppo non permesse che sono state condotte attraverso una grande proprietà costiera, conosciuta come i ranch di Cojo e Jalama nella contea di Santa Barbara, che occupa una fascia di 11 miglia di costa su entrambi i lati della concezione del punto. Lo sviluppo non consentito include l’installazione di trentasette pozzi d’acqua e la significativa distruzione di habitat sensibili in diverse località, il tutto senza l’approvazione ai sensi della legge costiera.

Nell’ottobre del 2017, dopo molti anni di sforzi concertati per raggiungere una soluzione amichevole delle questioni sul Ranch, e più specificamente negli ultimi sei mesi, il proprietario ha accettato i termini degli ordini di consenso proposti. Attraverso gli ordini di consenso, i proprietari hanno accettato di applicare alla Contea di Santa Barbara per l’autorizzazione dopo il fatto di conservare alcuni o tutti i pozzi d’acqua, di rimuovere tutti i pozzi per i quali tale autorizzazione non è richiesta o viene negata e di ripristinare le aree colpite dai suddetti pozzi.

Inoltre, gli ordini di consenso richiedono il ripristino completo di tutte le aree rimanenti colpite da uno sviluppo non autorizzato, intraprendono due progetti di mitigazione separati per un totale di circa cinquecento ettari: 200 acri di piantagione di querce e 300 acri di rimozione di piante di ghiaccio dalla prateria costiera.

In particolare, i proprietari trasferiranno anche circa 36 acri di proprietà costiera situata tra Jalama Beach Park al parco della contea per espandere il campeggio e l’area del parco e pagheranno $500.000 al conto di riparazione delle violazioni della Commissione.

Environmental Defense Center, California Native Plant Society, Surfrider Foundation, California Coastal Protection Network e Gaviota Coast Conservancy hanno tutti sostenuto l’ordine di consenso proposto e l’accordo transattivo. I commissari hanno approvato all’unanimità il cessate il fuoco e l’ordine di ripristino del consenso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.