A Short Biographical Dictionary of English Literature / Cynewulf

Cynewulf (fl. 750).- Poeta anglosassone. Era probabilmente un northumbriano, anche se a volte si pensava che fosse un merciano. Le sue poesie, e alcune altre, più o meno dubbiosamente attribuite a lui, sono contenute nel Libro di Exeter e nel Libro di Vercelli. Le poesie che sono considerati certamente il suo sono gli enigmi, da suggerimenti e allusioni in cui è derivato quasi tutto ciò che si sa di lui, o almeno della prima parte della sua vita, che sembra essere stato quello di una natura gioiosa e poetica, gioire per la bellezza del mondo. Il suo prossimo poema, Juliana, la leggenda di una vergine martire, indica una transizione nella sua vita spirituale; il dolore e il pentimento sono le sue note predominanti, e sotto questi aspetti un altro poema, San Guthlac, lo assomiglia. Nel Crist (Cristo), C. è passato attraverso le nuvole per una fede assicurata e la pace. Il Phœnix, e la seconda parte di Guthlac, anche se non certamente la sua, sono generalmente attribuiti a lui. I destini degli Apostoli e di Elene (la leggenda di Sant’Elena) sono suoi; l’Andreas e il sogno del Roode sono ancora per certi aspetti oggetto di controversie. In molte delle poesie le lettere separate del nome di C. sono introdotte in modo particolare e sono considerate come una firma attestante. Juliana, Crist, Gli Apostoli, e Elene sono così detto di essere firmato. I libri di Exeter e Vercelli sono raccolte di antiche poesie inglesi, e prendono il nome dai luoghi in cui sono stati trovati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.